La nostra storia

La trattoria nasce alla fine dell’Ottocento in un ambiente già rustico e domestico. Agli inizi la famiglia Sanesi gestiva una bottega di generi alimentari più disparati e soprattutto la mescita di vino.
Col tempo la trattoria “Le Colonnine” prese forma arricchendosi di pietanze nel rispetto della tradizione toscana: olio, minestroni, carni fritte e il pane toscana (rigorosamente senza sale) erano alla base della preparazione di cibi semplici e genuini.
Passarono le guerre e – nonostante la trattoria fu bombardata dagli Alleati nel ’45 e ricostruita nel ’49 col nuovo nome di Antica Trattoria Sanesi – la cucina ampliò piatti classici ma sempre più gustosi e con la nuova griglia si cominciarono a servire le prime Bistecche alla Fiorentina e altri carni cucinate sulla brace.
Oggi la trattoria, che conserva ancora lo spirito toscano di una volta, propone sempre prodotti freschi, di sapori autentici e proverbiali, come la nostra cortesia.

Di passaggio...

La trattoria, come cita una targa all’esterno, ospitò uno dei maggiori poeti del Novecento italiano, Dino Campana, che vi rimase fino al 1918.
Anche al tenore Enrico Caruso, lastrigiano d’adozione, comprata la villa di Bellosguardo, piaceva oziare e gustarsi le prelibatezze della nostra cucina.

Ma la trattoria ha dato soprattutto i Natali ad un grande artista contemporaneo del nostro territorio: Antonio Manzi, il quale ha esordito, ancora ragazzo, incidendo i marmi dei tavoli, raffigurando volti e simboli del suo giovane percorso, carichi d’introspezione e misticismo.
Oggi questi marmi sono esposti nella saletta della trattoria che porta il suo nome.

aq_block_9

vieni a trovarci alla nostra trattoria